Contact us
Avenati Motors s.r.l.
Corso Savona, 45
10024 Moncalieri (TO)
Italy
Tel. +39 011 640.35.71
Fax +39 011 64.47.51

Where we are

Thursday November 21 , 2019
Italiano - ItaliaEnglish (United Kingdom)French (Fr)
Font Size
   

Dietro Il Commercio Il Mal D'Africa

IL PERSONAGGIO di Sergio Rotondo

“ Scoprii il fuoristrada nei miei frequenti viaggi nel continente nero”, dice Angelo Avenati, inventore dell’Africannonball, corsa senza regole da Torino a Città del Capo.

Angelo Avenati con i due figli Elisabetta e Alessandro.

Sembra quasi incredibile ma, più personaggi del mondo del fuoristrada conosciamo, più ci accorgiamo dell’omogeneità di questo ambiente. Alcune caratteristiche si ripropongono con una costanza quasi incredibile. La passione, innanzitutto, per questo tipo di veicoli; una passione nata sempre prima del commercio. Il gusto per l’avventura che si esprime o nelle gare di fuoristrada o nei grandi viaggi , nei raid. L’amore per l’Africa ,per la sua mancanza di strade,per le tante difficoltà che propone a chi la gara in lungo e in largo. Dicono cose molto simili, ma ognuno di loro le dice con una convinzione tale da darti l’impressione che queste cose le stai sentendo per la prima volta. In parole povere non sono personaggi banali. Non lo è certo Angelo Avenati , perché uno che ti inventa, dal niente , l’Africannonball non può essere banale. Che cos’è l’Africannonball? Facciamocelo spiegare dal suo “ inventore” .”E’ una corsa meglio una gara” , ci dice Angelo Avenati , “ da Torino a Città del Capo, in Sudafrica, quattordicimila chilometri, senza tappe, senza controlli lungo il percorso (a parte qualche foto obbligatoria). Si partiva e vinceva chi si presentava per primo a Città del Capo. Così si svolse la prima Africannonball nel 1985. Poi fummo costretti a cambiare percorso perché le autorità di molti paesi non ci avrebbero più dato il visto di ingresso se non avessimo tolto il Sudafrica , a causa della sua politica di apartheid, dal nostro itinerario. Così nelle successive edizioni, la corsa si fermò a Gaborone, nel Botswana. “ Chi partecipa a questa corsa?” prosegue Angelo Avenati “ Tutti i mezzi matti,arrivava gente anche dalla Francia, dal Venezuela, tutti richiamati dalla passione per la trazione integrale e per l’Africa. Quest’anno abbiamo dovuto rinunciare all’Africannonball perché alcuni paesi ci hanno creato mille difficoltà per darci il permesso di passare. Speriamo di poter ricominciare dal prossimo anno”. Continuando a parlare di Africa,scopriamo che Avenati ha vissuto due anni in Senegal , dal ’75 al ’77, che ha partecipato a due Parigi-Dakar e a due rally dei Faraoni. E l’Africa, evidentemente , non può essere estranea all’attività commerciale. Così è infatti.” Nei primi anni Settanta cominciai a vendere Land Rover delle forze NATO di stanza in Germania. Nel ’75 andai a vivere in Senegal per costruire un villaggio turistico e inoltre mi facevo mandare dall’Italia Land e Range Rover che rivendevo un Africa. Due anni dopo,quando tornai un Italia, mi accorsi che il mercato militare in Germania non offriva più grandi occasioni e così cominciai ad andare ad acquistare le Rover in Inghilterra, le portavo in Italia, cambiavo la guida da destra a sinistra e le rivendevo. Sulle Range Rover , all’epoca erano soltanto a benzina ,montavamo i Diesel della VM”.” Quando mi resi conto che i gusti della gente stavano cambiando, mi rivolsi al mercato americano , il dollaro costava poco e si facevano ottimi affari. Importavo Chevrolet,Jeep,Scout International”. Adesso Angelo Avenati fa l’importatore parallelo. Vende 4x4 soprattutto giapponesi e sta nuovamente scoprendo il mercato americano.

More in this category: Il Testimonial »
Avenati Fuori Strada - Str. Revigliasco, 173 - 10024 Moncalieri (TO) - Italia - Tel. +39 335 775 1864